Fabio Aru è maglia gialla al Tour de France 2017, l’Italia impazzisce di gioia! FOTO e VIDEO

Fabio Aru in vetta al Tour de France 2017. La prima tappa sui Pirenei con arrivo in salita a Peyragudes, ha fatto registrare l’exploit del ciclista italiano Fabio...

Scritto da Gianfranco Portabene, Aggiornamento venerdì 14/07/2017, in Altri Sport

Fabio Aru è maglia gialla al Tour de France 2017, l'Italia impazzisce di gioia! FOTO e VIDEO

Fabio Aru in vetta al Tour de France 2017. La prima tappa sui Pirenei con arrivo in salita a Peyragudes, ha fatto registrare l’exploit del ciclista italiano Fabio Aru che riesce a sorprendere e a togliere la maglia di leader del Tour a Chris Froome. Decisivo lo scatto a 300 metri dal traguardo anche se la tappa va al francese Bardet.

La tappa 12 dell’edizione numero 104 del Tour de France, la difficile Pau-Peyragudes, di 214.5 chilometri, con insidioso arrivo in salita in prossimita’ della stazione sciistica dei Pirenei e con ben sei Gran Premi della Montagna, dei quali due di primo livello e uno hors categorie, è stata vinta, come detto, dal francese Romain Bardet.

Fabio Aru è in maglia gialla

Il francese della AG2R La Mondiale, immerso nella nebbia, ha preceduto al traguardo il colombiano Rigoberto Uran, secondo e vincitore della tappa regina del Tour, e il sardo Fabio Aru, terzo. L’italiano della Astana ha preso 4″ di abbuono e ha staccato Froome di circa 15″, diventando quindi il nuovo leader del Tour (in maglia gialla).

La classifica generale del Tour de France 2017 viene così rivoluzionata. Contador e Quintana attardati all’arrivo.

Fabio Aru: “emozione incredibile ma il Tour è ancora lungo”

“Nella vita bisogna provarci. Io oggi ho provato ad attaccare a 350 metri dall’arrivo, lo strappo era veramente duro ma e’ andata bene. Vestire la maglia gialla e’ un’emozione incredibile, forse la piu’ bella per un ciclista”. Cosi’, ai microfoni di RaiSport, il sardo Fabio Aru (Astana), nuovo leader del 104° Tour de France. “Mi mancava questa maglia. Avevo indossato quella di leader al Giro e alla Vuelta ma mai qui. La corsa e’ ancora lunga: questo risultato e’ comunque molto importante”.

“La squadra sta facendo tanto per me: questa maglia e’ dedicata a loro. Mi spiace per il ritiro di Cataldo e per i problemi che hanno condizionato oggi Fuglsang ma siamo sempre un grande team. E’ stata una giornata molto difficile, con la pioggia per buona parte del percorso. Complimenti a Bardet per la vittoria di oggi”, ha aggiunto Aru.

A ruota ha parlato il suo massaggiatore, Cristian Valente:

“Grande soddisfazione. Questa maglia gialla la merita Aru ma anche il team e tutti noi che siamo qui con Fabio. Ora bisogna mantenere i piedi per terra. Andiamo avanti cosi'”.

Penalizzazione per Rigoberto Uran e George Bennett

La classifica non cambia, ma Rigoberto Uran si è visto infliggere una penalizzazione di 20″, assieme a George Bennett. La giuria li ha puniti per rifornimento irregolare negli ultimi 10 chilometri della 12a tappa, vinta da Romain Bardet. Il colombiano della Cannondale-Drapac, che in classifica aveva un ritardo di 35″ dal leader Fabio Aru e 10″ dal suo vice Bardet, scende a -55″; il neozelandese della Lotto Nl-Jumbo resta al 9° posto, ma da -4’04” scende a -4’24”.

Chris Froome: “alla fine non avevo le gambe”

“Mi complimento con Romain Bardet per la sua bella vittoria di oggi e anche con Fabio Aru per aver conquistato la maglia gialla. Io ho fatto il massimo sforzo ma nel finale della tappa non avevo le gambe per seguirli”. Cosi’, con grande sincerita’, al termine dell’odierna frazione del Tour de France, il britannico Chris Froome, che ha perso la maglia di leader della corsa ma non il fair play.