Uran vince la tappa regina del Tour de France, molto bene Fabio Aru | Ciclismo

Il colombiano Rigoberto Uran del team Cannondale-Drapac, ha vinto al fotofinish la nona tappa del 104esimo Tour de France, la Nantua-Chambery di 181,5 chilometri, considerata da tutti come...

Scritto da Roberto Guida, Aggiornamento lunedì 10/07/2017, in Altri Sport

Uran vince la tappa regina del Tour de France, molto bene Fabio Aru | Ciclismo

Il colombiano Rigoberto Uran del team Cannondale-Drapac, ha vinto al fotofinish la nona tappa del 104esimo Tour de France, la Nantua-Chambery di 181,5 chilometri, considerata da tutti come la tappa regina del Tour.

Sulla linea del traguardo Rigoberto Uran ha avuto la meglio in volata sul francese Warren Barguil (Sunweb). Terzo il britannico Christopher Froome (Sky), il quale mantiene la maglia gialla di leader della classifica generale. L’italiano Fabio Aru (Astana) nel gruppetto di testa all’arrivo, sale in seconda posizione in classifica.

Il sardo dell’Astana, campione d’Italia, Fabio Aru è stato intervistato da Raisport, al termine della nona tappa del Tour de France, che lo ha visto chiudere quinto di giornata e secondo nella classifica generale.

“E’ lunga, mancano ancora tante tappe: domani ci godremo il giorno di riposo con tranquillita’. Una tappaccia. Oltre che dura, in questa frazione c’erano strade bagnate. Per fortuna non ho preso tanta acqua senno’ sarebbe stata piu’ pericolosa. Le discese erano impegnative e non ho rischiato troppo. Sono sempre stato davanti, anche quando e’ caduto Thomas”.

Aru svela anche di essersi fermato quando ha saputo dei problemi meccanici di Froome: “Ho rallentato quando Chris si e’ fermato. C’era tanta gente per strada e quando ho sentito che aveva 15″ di ritardo, ho rallentato”.

Domani il Tour de France conoscerà la prima giornata di riposo. I ciclisti ripartiranno martedì con la decima frazione, la Perigueux-Bergerac di 178 chilometri, definita di tipo “pianeggiante”, ma con due GPM di categoria 4.