Pirlo Juventus: confermato Dybala, ciclo chiuso per Higuain in Bianconero



Con la missione di “dargli l’entusiasmo perso nell’ultimo periodo”, Andrea Pirlo si è presentato oggi nella società come allenatore della Juventus. Per raggiungere questo obiettivo, l’ex centrocampista che...


Scritto da Federico Spadaro, Aggiornamento martedì 25/08/2020, in Calcio


Pirlo Juventus: confermato Dybala, ciclo chiuso per Higuain in Bianconero.

Con la missione di “dargli l’entusiasmo perso nell’ultimo periodo”, Andrea Pirlo si è presentato oggi nella società come allenatore della Juventus. Per raggiungere questo obiettivo, l’ex centrocampista che ha sostituito Maurizio Sarri ha detto che l’idea è che la squadra “giochi un calcio offensivo e diventi la padrona del gioco”.

L’ex campione del mondo italiano ha detto che la sua filosofia in quella che sarà la sua prima esperienza da allenatore mira a “avere la palla e recuperarla rapidamente quando la perdiamo”. “Penso di essere arrivato al posto giusto al momento giusto“, ha commentato nella sua prima conferenza stampa da allenatore della squadra che nelle ultime stagioni ha alzato nove “scudetti” di fila.

Al comando di Sarri, come già fatto in precedenza con Antonio Conte e Massimiliano Allegri, la Juventus rinnova le pergamene nel “Calcio”, ma inciampa in Champions League. L’eliminazione agli ottavi per mano dell’Olympique Lione ha condannato la sorte di Sarri e ha aperto le porte a Pirlo, che ha giocato per il club torinese prima di ritirarsi dalla MLS.

Pirlo: “Dybala non è mai stato in vendita”

Parlando del suo progetto di lavoro, il nuovo allenatore ha chiarito che l’argentino Paulo Dybala, una delle figure insieme al brasiliano Cristiano Ronaldo, è fondamentale. “Dybala non è mai stato in vendita e siete voi che lo fate notare ogni volta che sorgono voci sulla sua possibile partenza”, ha detto ai giornalisti in tono di rimprovero.

“Non appena torna, si unirà al mio progetto”, ha aggiunto a proposito dell’argentino, che può senza dubbio formare un duo offensivo con Cristiano Ronaldo, ha ammonito. “I giocatori di qualità possono giocare insieme, hanno solo bisogno di una dose di disponibilità al sacrificio, che è qualcosa che chiedo a tutti”, ha spiegato.

Juventus: Nei piani di Pirlo non c’è l’argentino Gonzalo Higuaín

“Era un grande campione, un grande giocatore, ma ogni ciclo finisce”, ha ammonito a proposito del “

Pipita“, che alcuni vedono al River Plate nel suo paese. Pirlo ha detto di aver parlato con il giocatore: “Ci siamo guardati negli occhi e abbiamo preso questa decisione. Lui sa quanto lo ammiro, ma qui le nostre strade si separano”, ha chiarito.

Il nuovo allenatore ha detto che “la cosa più importante ora è sfruttare il poco tempo che abbiamo per trasmettere la nostra idea di gioco”. “Lavoreremo non solo in campo sportivo, ma soprattutto in campo umano”, ha detto Pirlo, affermando di sentirsi molto a suo agio nelle sue nuove funzioni.

“Anche se fino a poco tempo fa ero dall’altra parte del bancone”, ha chiarito anticipando di non essere legato a un unico sistema di gioco. “Possiamo difenderci con tre o quattro giocatori, a seconda che siamo in fase difensiva o armata”, ha detto, commentando di aver già avuto un primo contatto con Cristiano Ronaldo. “Ma gli ho solo detto quali erano i programmi di allenamento”, ha scherzato ridendo, assicurando che “avremo tempo per parlare degli aspetti tecnico-tattici”.

Pirlo ha salutato l’arrivo del brasiliano Arthur dal Barcellona

Infine, Pirlo ha salutato l’arrivo del brasiliano Arthur dal Barcellona: “Sarà molto utile perché può ricoprire ruoli diversi”, e sui rinforzi è stato sfuggente. “Ho già detto al club quali giocatori vorrei, ma ovviamente non ho intenzione di commentarli”, ha detto l’allenatore che avrà Igor Tudor come assistente sul campo. “È la persona che volevo al mio fianco. Un assistente con esperienza come allenatore e un ex giocatore, preferibilmente con un passato da difensore, per aiutarmi con la difesa”, ha confessato.