Gp Austria F1: vince Bottas davanti a Vettel, Ricciardo e Hamilton

Il pilota della Mercedes Valtteri Bottas ha vinto il gran premio di Austria di Formula 1, nona prova del mondiale 2017. Secondo sul traguardo Sebastian Vettel su Ferrari,...

Scritto da Gianfranco Portabene, Aggiornamento domenica 09/07/2017, in Motori

Gp Austria F1: vince Bottas davanti a Vettel, Ricciardo e Hamilton

Il pilota della Mercedes Valtteri Bottas ha vinto il gran premio di Austria di Formula 1, nona prova del mondiale 2017. Secondo sul traguardo Sebastian Vettel su Ferrari, poi Ricciardo sulla Red Bull che ha preceduto Lewis Hamilton. Quinta la Ferrari di Raikkonen. Sebastian Vettel grazie al secondo posto in Austria allunga a venti punti il suo vantaggio su Hamilton in classifica. Prossima sfida, la settimana prossima a Silverstone per il Gp di Gran Bretagna.

VIDEO: Incidente alla partenza con Kvyat che butta fuori Alonso e Verstappen (19)

I commenti a caldo dei protagonisti nel post-gara

Sebastian Vettel Ferrari

“Sono arivato a mezzo secondo dal vincitore. Sono contento soprattutto della seconda parte della gara, perche’ nella prima non andavo al meglio. Con le supersoft la macchina si e’ rigenerata e mi sono avvicinato. Un doppiaggio mi ha fatto perdere un po’ di tempo, avevo bisogno di un altro giro perche’ Bottas stava faticando. Falsa partenza Bottas? Ero un po’ sicuro che l’avesse fatta, chiedete anche a Ricciardo, pero’ non e’ stato cosi'”.

Daniel Ricciardo Red Bull

Altro podio per Daniel Ricciardo che chiude in terza posizione difendendosi dall’assalto finale di Lewis Hamilton. “E’ stata una gara divertente. La partenza e’ stata decisiva e poi bene la difesa su Lewis che e’ arrivato vicino, ma sono riuscito a mantenere i punti di frenata. Cinque podi consecutivi per me e’ fantastico. E’ stato bello lasciarlo dietro e vedere la bandiera a scacchi. E’ stata una battaglia pulita. Lo scorso anno era salito Max sul podio ed ero un po’ invidioso, ora e’ toccato a me”.

Valtteri Bottas, vincitore del Gp d’Austria

“Alla fine e’ stato un po’ un deja-vu di quanto accaduto in passato, all’ultimo stint ho avuto un problema alla gomma posteriore e tutto e’ diventato un po’ difficile. All’inizio ho tenuto il passo, sono contento, e’ la seconda vittoria della mia carriera, ringrazio il team che ha reso tutto cio’ possibile. E’ stata la partenza della mia vita, ero concentrato, e’ andata benissimo – confessa il finlandese della Mercedes, al terzo podio di fila, intervistato sul podio da Martin Brundle -. Manca ancora molto alla fine dell’anno, non siamo neanche a meta’ stagione: io ci credo, la squadra ci crede, mancano molte gare, siamo ancora in fase di sviluppo. Ho fatto buoni punti, continuiamo a crescere, possiamo solo continuare a migliorare.

Lewis Hamilton Mercedes

Il britannico commenta così il suo 4° posto a Spielberg pur partendo ottavo, causa penalizzazione di cinque posti in griglia per la sostituzione del cambio. “Non e’ stato un bellissimo weekend, pero’ non potevo farci nulla, ho fatto del mio meglio e ho concluso la gara sapendo che ho dato tutto. Complimenti al team e complimenti anche a Valtteri. Speravo di arrivare primo – ribadisce l’anglocaraibico della Mercedes ai giornalisti -. Nulla di speciale. Che Mercedes vedremo a Silverstone? Non lo so, Bottas e’ molto veloce e la Ferrari e’ molto forte, speriamo di avere un weekend pulito e di fare un bel risultato”.

Kimi Raikkonen Ferrari

Kimi Raikkonen commenta cosi’, ai microfoni di RaiSport, il quinto posto ottenuto nel Gp d’Austria. “Con Ricciardo ci siamo affiancati da subito e alla curva 3 e’ passato all’interno. Io ho frenato dove dovevo, ma a questo punto dovevo rimanere indietro e lottare con la Haas. Ho avuto delle difficolta’ con il primo set di gomme, con il secondo e’ andata meglio, ma a quel punto ero troppo indietro. All’inizio ho lottato un po’ con il primo stint, con il secondo il passo era sicuramente migliore, la velocita’ era buona. Ero pero’ troppo indietro”, ribadisce il finlandese della Ferrari.

“Perche’ uno stint cosi’ lungo? Chiaramente ci siamo messi d’accordo con il team ed e’ quello che abbiamo scelto di fare, il team ha tutti i dati a disposizione. La battaglia con Hamilton? E’ andata bene, in realta’ non c’e’ mai stata nessuna possibilita’ di sorpasso e con il pit stop mi ha superato”.