GIRO D’ITALIA 2017 Salita Scarponi (Mortirolo) Cima Coppi (Stelvio): vedere Tappa 16 di Oggi 23 maggio in Diretta Streaming Gratis Rai YouTube Facebook | CICLISMO

OGGI 23 MAGGIO GIRO D’ITALIA 2017 IN DIRETTA TV LIVE STREAMING gratis. La 16a tappa della 100a Corsa Rosa con partenza da Rovetta e arrivo a Bormio. Un...



Scritto da Gianfranco Portabene, Aggiornamento martedì 23/05/2017, in Altri Sport


GIRO D'ITALIA 2017 Salita Scarponi (Mortirolo) Cima Coppi (Stelvio): vedere Tappa 16 di Oggi 23 maggio in Diretta Streaming Gratis Rai YouTube Facebook | CICLISMO

OGGI 23 MAGGIO GIRO D’ITALIA 2017 IN DIRETTA TV LIVE STREAMING gratis. La 16a tappa della 100a Corsa Rosa con partenza da Rovetta e arrivo a Bormio. Un tappone alpino (alta montagna) da 222 Km assolutamente da vedere in diretta tv e streaming gratis con i servizi Rai, perchè considerata la Tappa Regina del Giro.

Quello che parte da Rovetta, in omaggio al ”Falco” Savoldelli, vincitore del Giro d’Italia nel 2002 e nel 2005, è il classico tappone alpino. La frazione è lunga ben 222 km e nella sua prima parte prevede l’ascesa al mitico Mortirolo (intitolato a Michele Scarponi in memoria del campione marchigiano), dall’inusuale versante di Monno. In seguito si prenderà la strada per salire sino allo Stelvio, Cima Coppi con i suoi 2758 metri, continuando con un’escursione in Svizzera che culminerà con l’Umbrail Pass: da lì ripida picchiata fino a Bormio, dove è posto l’arrivo.

Traguardo Volante: Malonno – Distanza: km. 59,9.
GPM Cat. 1: Passo del Mortirolo (Salita Scarponi) – Distanza: km. 84,5 – Altitudine: m. 1.854.
GPM Cima Coppi: Passo dello Stelvio – Distanza: km. 143,5 – Altitudine: m. 2.758.
Traguardo Volante: Glorenza – Distanza: km. 175,2.
GPM Cat. 1: Giogo di Santa Maria – Distanza: km. 202,5 – Altitudine: m. 1.202.

Cosa è successo nella tappa del Giro 100 di domenica?

  • Prima vittoria in un grande giro per Bob Jungels. È il secondo lussemburghese a vincere al Giro: le 11 precedenti vittorie di tappa per il Lussemburgo furono tutte firmate da Charly Gaul dal 1956 al 1961.
  • Jungels ha 24 anni: più della metà delle tappe di quest’anno sono andate ad atleti di età inferiore ai 26 anni, 8 su 15.
  • 9 nazioni diverse hanno vinto a questo Giro, lo stesso numero dell’anno scorso: Austria, Germania, Colombia, Slovenia, Svizzera, Australia, Spagna, Olanda e Lussemburgo.
  • La media della tappa, 46,486 km/h, è la più veloce di questo Giro e l’undicesima più veloce della storia: il record appartiene alla San Vito di Cadore-Vedelago (139 km) del 2012 (49,429 km/h), vinta da Andrea Guardini (si considerano solo le tappe in linea).

Il vincitore di tappa Jungels ha dichiarato: “Non è mai facile pianificare un attacco come il mio in una tappa del genere. L’andatura è stata velocissima sin dall’inizio con una media molto alta. La corsa è stata dura fino alla fine e c’erano davanti i principali favoriti. Era più una classica che una tappa di un grande giro. È quel che ci voleva per farmi vincere. Siccome mi sentivo bene, ci ho provato. Sono stato anche un po’ fortunato nel trovare una buona posizione in volata. Qualche volta è solo una questione di feeling. Sono fiero di aver sfruttato il lavoro fatto dai miei compagni di squadra oggi. Spero che i miei giorni non appartengano al passato. Le prossime tappe in montagna saranno molto interessanti con Tom Dumoulin in Maglia Rosa”.

La Maglia Rosa Tom Dumoulin ha dichiarato: “È stata una tappa veloce e stressante ma anche una buona giornata per me. Nel finale era una questione di timing per la volata. Ho solo pensato a salvare la Maglia Rosa, niente altro. Non volevo guadagnare tempo su Quintana quando è caduto, non la ritenevo la cosa giusta da fare. Certe volte la corsa continua dopo una caduta, ma stavolta era il momento giusto per attenderlo. Le mie gambe andavano bene oggi anche se ho sempre fretta di arrivare prima di una giornata di riposo”.

RISULTATO FINALE tappa 15 di domenica del Giro d’Italia
1 – Bob Jungels (Quick-Step Floors) – 199 km in 4h16’51”, media 46,486 km/h
2 – Nairo Quintana (Movistar Team) st
3 – Thibaut Pinot (FDJ) st
4 – Adam Yates (Orica – Scott) st
5 – Domenico Pozzovivo (AG2R La Mondiale) st

CLASSIFICA GENERALE Top 5 Giro d’Italia 2017
1 Tom Dumoulin (Team Sunweb) in maglia rosa dopo 63h48’08”
2 Nairo Quintana (Col-Movistar) a 2’41”
3 Thibaut Pinot (Fra-Fdj) a 3’21”
4 Vincenzo Nibali (Ita) a 3’40”
5 Ilnur Zakarin (Rus) a 4’24”

DIRETTA Giro d’Italia 2017: dove vedere partenza tappa e arrivo frazione di oggi in video live streaming

Rovetta Bormio, la tappa 16 del Giro d’Italia 2017 di oggi, martedì 23 maggio, in Diretta TV dalle 13.05 alle 14:45 su Rai Sport+ HD e dalle 14:45 su Rai 2. Il Giro d’Italia in diretta streaming gratis video live anche sul sito internet di Rai Sport (www.rai.tv) oppure con i vostri dispositivi (pc, tablet, smartphone e iPhone) grazie all’app di RAI TV scaricabile sul web.

Le rubriche di approfondimento sul Giro d’Italia 2017. “Villaggio di Partenza” su Rai Sport+ HD presentato da Tommaso Mecarozzi con Stefano Garzelli nel pre-gara. “La Grande Corsa” su Rai 2 dalle 14:00 e dalle 17:45, presentato da Marco Lollobrigida e Massimiliano Rosolino. “Processo alla Tappa” su Rai 2 dalle 17:15 presentato da Alessandra De Stefano con Davide Cassani e Alessandro Petacchi. “Viaggio nell’Italia del Giro” alle 18:55 su Rai 2, presentato da Edoardo Camurri. “TGiro” su Rai Sport+ HD alle 20:00 presentato da Andrea De Luca con Marco Saligari. “GiroNotte” su Rai Sport+ HD alle 22:45. Streaming online attraverso il sito web “Rai Play”.

Diretta Live da Rovetta, la città di partenza della tappa del Giro d’Italia di oggi 23 maggio 2017

Piccolo comune della Val Seriana, Rovetta è situata a circa 37 km nord da Bergamo. Circondata da alcune storiche montagne della bergamasca, come la Presolana, il Monte Pora e il Pizzo Formico, Rovetta si presenta come un intrigante e suggestivo punto di ristoro, nonché di transito per i tanti turisti che attraversano la valle sia nella stagione invernale che in quella estiva.

Diretta Live da Bormio, l’arrivo della tappa odierna in streaming gratis

Bormio, nel cuore dell’Alta Valtellina, ha una storia millenaria ed è un paradiso per gli amanti dello sport, della natura, della cultura e del benessere. Per i ciclisti bastano tre nomi: Stelvio, Gavia e Mortirolo. Ma ci sono tante altre salite che sanno regalare belle emozioni come Cancano, Bormio 2000 e il Passo del Foscagno. Per gli appassionati di mtb, numerosi sono i sentieri di cross country e, al Bormio Bike Park, di downhill e freeride. E inoltre, oltre 180 km di piste da sci (di cui 20 km per lo sci estivo), la natura del Parco Nazionale dello Stelvio, per il trekking anche invernale, tre centri termali per un tuffo di benessere nella calde acque millenarie e i sapori della montagna.