Pronostico Spagna-Italia, le quote bwin per la sfida che vale Russia 2018

Una sfida mai banale Spagna-Italia, spesso dal risultato incerto, altre volte con una netta supremazia da parte di una delle due squadre, dimostrata sul campo con giocate spumeggianti...



Scritto da Roberto Guida, Aggiornamento giovedì 31/08/2017, in Calcio Mondiali


Pronostico Spagna-Italia, le quote bwin per la sfida che vale Russia 2018

Una sfida mai banale Spagna-Italia, spesso dal risultato incerto, altre volte con una netta supremazia da parte di una delle due squadre, dimostrata sul campo con giocate spumeggianti e colpi da veri fuoriclasse.

Tutti noi ricordiamo, in ordine cronologico partendo dalle sfide più recenti, l’ottimo successo per due a zero della nazionale azzurra contro la Selecciòn spagnola durante gli ultimi Campionati Europei (reti di Chiellini e Graziano Pellè) anche se, sempre durante la massima competizione per nazionali europee, è rimasta nella memoria la cocente sconfitta per 0-4 subita dall’Italia di Cesare Prandelli in finale.

Spagna-Italia (1 a 1.83, X a 3.50, 2 a 4.60) non è semplicemente una gara valevole per la qualificazione ai Mondiali del 2018, ma è anche il rischio concreto di proseguire una lenta discesa nel ranking mondiale per nazionali.

Eppure la formazione potrebbe stimolare un sincero ottimismo, a partire dai portieri (Buffon, Donnarumma e il rientrante Mattia Perin) ai difensori (Astori, Barzagli, Bonucci, Chiellini, ma anche Conti, D’ambrosio,

Darmian, Rugari e Spinazzola) e gli esperti (De Rossi e Montolivo a fianco di Parolo, Pellegrini e Verratti in arrivo da Parigi). Lottano per un posto Bernardeschi, Candreva, El Shaarawy. Eder, Gabbiadini (dall’Inghilterra) e Immobile insieme alle due star del momento, Insigne e Belotti, sono esaltati dai media come top.

Insomma ci sono tutti gli elementi per vincere senza scuse. Nel complesso i precedenti tra le due squadre sono 35. Undici le vittorie azzurre, 10 quelle spagnole. Non è probabilmente la miglior Spagna quella che affronta i nostri. Basti pensare che per schierare una punta di valore assoluto hanno dovuto richiamare David Villa dagli USA. In attacco Morata e Pedro – non due colossi -, in difesa Carvajal, Sergio Ramos, Piquè, Jordi Alba e al centro – zona fondamentale per le due squadre – Busquets, Iniesta e Koke.

La pausa per la nazionale proseguirà poi a Reggio Emilia dove, martedì 5 settembre, gli azzurri sfideranno gli israeliani. Tre successi e un pareggio: questo il bilancio delle partite Italia – Israele. L’Italia parte ovviamente favorita, ma non basterà: servono i tre punti, anche contro Israele.

Quote soggette a variazioni, per gli ultimi aggiornamenti: https://www.bwin.it