Pronostico Spagna-Italia, le quote bwin per la sfida che vale Russia 2018



Una sfida mai banale Spagna-Italia, spesso dal risultato incerto, altre volte con una netta supremazia da parte di una delle due squadre, dimostrata sul campo con giocate spumeggianti e...


Scritto da Roberto Guida, Aggiornamento giovedì 31/08/2017, in Calcio Mondiali


Pronostico Spagna-Italia, le quote bwin per la sfida che vale Russia 2018

Una sfida mai banale Spagna-Italia, spesso dal risultato incerto, altre volte con una netta supremazia da parte di una delle due squadre, dimostrata sul campo con giocate spumeggianti e colpi da veri fuoriclasse.

Tutti noi ricordiamo, in ordine cronologico partendo dalle sfide più recenti, l’ottimo successo per due a zero della nazionale azzurra contro la Selecciòn spagnola durante gli ultimi Campionati Europei (reti di Chiellini e Graziano Pellè) anche se, sempre durante la massima competizione per nazionali europee, è rimasta nella memoria la cocente sconfitta per 0-4 subita dall’Italia di Cesare Prandelli in finale.

Spagna-Italia (1 a 1.83, X a 3.50, 2 a 4.60) non è semplicemente una gara valevole per la qualificazione ai Mondiali del 2018, ma è anche il rischio concreto di proseguire una lenta discesa nel ranking mondiale per nazionali.

Eppure la formazione potrebbe stimolare un sincero ottimismo, a partire dai portieri (Buffon, Donnarumma e il rientrante Mattia Perin) ai difensori (Astori, Barzagli, Bonucci, Chiellini, ma anche Conti, D’ambrosio, Darmian, Rugari e Spinazzola) e gli esperti (De Rossi e Montolivo a fianco di Parolo, Pellegrini e Verratti in arrivo da Parigi).

Lottano per un posto Bernardeschi, Candreva, El Shaarawy. Eder, Gabbiadini (dall’Inghilterra) e Immobile insieme alle due star del momento, Insigne e Belotti, sono esaltati dai media come top.

Insomma ci sono tutti gli elementi per vincere senza scuse. Nel complesso i precedenti tra le due squadre sono 35. Undici le vittorie azzurre, 10 quelle spagnole. Non è probabilmente la miglior Spagna quella che affronta i nostri. Basti pensare che per schierare una punta di valore assoluto hanno dovuto richiamare David Villa dagli USA. In attacco Morata e Pedro – non due colossi -, in difesa Carvajal, Sergio Ramos, Piquè, Jordi Alba e al centro – zona fondamentale per le due squadre – Busquets, Iniesta e Koke.

La pausa per la nazionale proseguirà poi a Reggio Emilia dove, martedì 5 settembre, gli azzurri sfideranno gli israeliani. Tre successi e un pareggio: questo il bilancio delle partite Italia – Israele. L’Italia parte ovviamente favorita, ma non basterà: servono i tre punti, anche contro Israele.

Quote soggette a variazioni, per gli ultimi aggiornamenti: https://www.bwin.it