Porto-Juventus 0-2 Video Sintesi Highlights | Champions League

Porto Juventus 0-2. Partita emozionante e non con poche sorprese, decisa anche dall’abilità del mister Allegri, capace azzeccare entrambi i cambi. La Juventus trova i gol per battere...

Scritto da Roberto Guida, Aggiornamento giovedì 23/02/2017, in Calcio

Porto-Juventus 0-2 Video Sintesi Highlights | Champions League

Porto Juventus 0-2. Partita emozionante e non con poche sorprese, decisa anche dall’abilità del mister Allegri, capace azzeccare entrambi i cambi. La Juventus trova i gol per battere il Porto grazie a Pjaca e Dani Alves, entrambi entrati nel corso della ripresa. Prima non erano bastati la superiorità numerica (espulso Alex Telles nel primo tempo) e l’ottima prova di Khedira, oltre al gol annullato ingiustamente a Dybala (ha preso pure un palo allo scadere del primo tempo) per sbloccare il risultato. Ora il discorso qualificazione sembra ipotecato a favore dei bianconeri, sperando di non vedere più Mandzukić sulla fascia (inguardabile).

Marcatori Gol: 72’ Pjaca (J), 74’ Dani Alves (J).

Porto (4-4-2): Casillas; Pereira, Felipe Augusto, Marcano, Alex Telles; Ruben Neves (61’ Corona), Herrera, Pereira, Brahimi (73’ Jota); André Silva (30’ Layun), Soares. Allenatore Nuno Espirito Santo.

Juventus (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner (73’ Dani Alves), Barzagli, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanić; Cuadrado (67’ Pjaca), Dybala (86’ Marchisio), Mandzukić; Higuaín. Allenatore Massimiliano Allegri.

Arbitro: Brych (Germania). Ammoniti: Telles, Pereira, Marcano, Herrera; Lichsteiner. Espulso Telles al 27′.

Il migliore in pagella

ALLEGRI 8 – Capolavoro. È la sua vittoria dopo l’esclusione di Bonucci e lo è ancor di più per i due cambi che si tramutano in altrettanti gol. Questo successo porta la sua indelebile firma. Fonte Eurosport.

Il peggiore in pagella

Alex TELLES 3 – Incassa due cartellini gialli in un minuto, tra il 25’ e il 26’. Due falli evitabili, due leggerezze inspiegabili in una zona del campo innocua: il secondo è addirittura ai limiti del rosso diretto. Lascia i suoi compagni in 10 e li condanna. L’Inter non lo rimpiangeva prima e non lo rimpiangerà mai nemmeno in futuro. Calamità. Fonte Eurosport.

Il commento dei protagonisti

Marko Pjaca (Juventus). “E’ una vittoria importante per noi. Sono molto felice per il mio gol, ma ancora di più per quanto abbiamo fatto come squadra. Vincere su questo campo non era semplice, ma ci siamo riusciti. Adesso abbiamo un bel vantaggio, però sappiamo che nel calcio può cambiare tutto in pochi secondi. Dobbiamo giocare da Juventus e fare attenzione anche alla partita di ritorno. Cercherò di fare il massimo ma dipende dall’allenatore quanto posso scendere in campo. Io vorrei starci il più possibile…”.

Massimiliano Allegri (Juventus). “Non era un sogno vincere così. La squadra ha fatto una bella partita sul piano della personalità. Abbiamo sofferto nei primi cinque minuti, ma poi abbiamo preso la partita in mano, sia con loro in undici che in dieci. In dieci, però, abbiamo avuto una buona pazienza perché loro non ci davano spazio. I ragazzi sono stati bravi. Sono stati pazienti e hanno allargato il campo bene. Il 2-0 è un bel risultato, specie in considerazione della partita di ritorno. Il caso Bonucci? Un po’ di tensione aiuta nel corso di una stagione, questa è venuta nel momento giusto. Il modulo? Ho cambiato sistema perché era giusto cambiare per far ‘prendere aria’ alla squadra, ma abbiamo bisogno di migliorare perché facciamo circolare palla bene però arriviamo poco davanti o ci chiudiamo troppo dietro a seconda delle fasi. Stasera siamo venuti in 23 e c’è stata grande partecipazione perché è il momento più importante della stagione e dobbiamo affrontare questa fase con grande entusiasmo, voglia, spensieratezza e incoscenza. Credo che questa squadra abbia ampi margini di miglioramento. I ragazzi stasera hanno dato prova di grande maturità. Pjaca è migliorato da venerdì scorso, ha capito qual è l’atteggiamento giusto per giocare in una squadra italiana”.