Marquez allunga in classifica a Brno. Valentino 4° guarda avanti | MotoGP Repubblica Ceca

Marc Marquez ha stravinto il Gran Premio della Repubblica Ceca a Brno, appuntamento numero 10 di Motogp 2017. Il pilota spagnolo in sella alla sua Repsol Honda ha...



Scritto da Gianfranco Portabene, Aggiornamento domenica 06/08/2017, in Motori


Marquez allunga in classifica a Brno. Valentino 4° guarda avanti | MotoGP Repubblica Ceca

Marc Marquez ha stravinto il Gran Premio della Repubblica Ceca a Brno, appuntamento numero 10 di Motogp 2017. Il pilota spagnolo in sella alla sua Repsol Honda ha cambiato moto prima di tutti (passando da una con assetto da pioggia all’altra con i pneumatici da asciutto) ed e volato fino al traguardo lasciando dietro a se il vuoto. All’arrivo saranno 20 i secondi rifilati al connazionale e compagno di squadra Dani Pedrosa. Terza la Yamaha di Mavericks Vinales con la Yamaha.

Dopo il trio tutto spagnolo in evidenza il quarto posto della Yamaha di Valentino Rossi. Partito in seconda posizione alla parteza, ritardava troppo il rientro ai box per il cambio moto. L’indecisione ha costretto il campione italiano, una volta rientrato in 13esima posizione, a compiere una delle sue miracolose rimonte riuscendo a finire quarto. Valentino riesce a superare nelle ultime curve di Brno il britannico Cal Crutchlow che conclude quinto. Dietro altri due italiani con Andrea Dovizioso con la Ducati ufficiale e Danilo Petrucci, con la Ducati Pramac.

La classifica aggiornata della MotoGP dopo Brno: 1) Marquez 154 punti, 2) Viñales 140 punti (-14), 3) Dovizioso 133 punti (-21), 4) Valentino Rossi 132 punti (-22), 5) Pedrosa 123 punti (-31). Un campionato ancora molto aperto, come potete vedere, e che il prossimo week-end promette nuovamente spettacolo con il Gran Premio d’Austria sul circuito di Zeltweg.

Il commento post-gara di Marc Marquez (Honda), il vincitore a Brno 2017

“Non e’ stata una strategia, onestamente con la posteriore dura stamane non mi sentivo bene. Ho perso fiducia e gia’ in griglia ho sentito qualcosa di strano e ho deciso di montare la soft da bagnato. Poi mi sono reso conto che era la scelta sbagliata. Appena ho visto che la pista si stava asciugando sono rientrato. Ho rischiato perche’ ancora la pista non era del tutto asciutta e ho rischiato di scivolare. Poi con il passare dei giri ho visto che e’ andato tutto bene. Ho rallentato tantissimo prima di rientrare per non rischiare di cadere e compromettere tutto. Sono contento del risultato perche’ queste gare sono difficili […] Una domenica speciale che dedichiamo a Angel Nieto. E’ stato molto bello il momento vissuto in occasione del minuto di silenzio. Era come se Brno stava piangendo per lui”.

Il commento post-gara di Dani Pedrosa (Honda), secondo sul podio

“Queste gare sono particolari ed e’ difficile capire quando e’ il momento esatto per rientrare quando smette di piovere. La pista si stava asciugando ma non immaginavo cosi’ velocemente. Rimpiango di non aver deciso di rientrare un giro prima ma sono molto contento di questa gara. Avevamo un bel passo e siamo stati competitivi. Purtroppo non abbiamo fatto un gara perfetta”.

Il commento post-gara di Maverick Viñales (Yamaha), quarto fuori dal podio

“La prima parte della gara e’ stata moto difficile. Ho cercato di fare del mio meglio. Non avevo buone sensazioni all’inizio ma poi ho capito che potevo fare una buona gara. Il podio e’ un ottimo risultato ma si puo’ fare meglio”.

Il commento post-gara di Valentino Rossi (Yamaha), quarto fuori dal podio

“Purtroppo dai box hanno aspettato un giro di troppo per darmi la tabella. E un giro sono dieci secondi. Se mi fossi fermato il giro dopo Marquez, come hanno fatto Vinales e Pedrosa, avrei lottato con loro. Marquez e’ il piu’ furbo di tutti e non mi sorprenderei se ci avesse lasciato sfilare per non farsi vedere rientrare da noi e forse lo avevano anche deciso da prima. Di solito in queste gare faccio dall’ottavo al decimo posto, stavolta ho chiuso quarto, quindi poteva andare meglio ma anche peggio. Dispiace non essere arrivato sul podio, per i punti in campionato, ma sono stato sempre veloce sia sull’asciutto che sul bagnato. Siamo stati sfortunati e anche somari. Il podio era alla mia portata, visti i tempi che ho fatto anche dopo. Per quello dobbiamo continuare cosi’ e diventare piu’ furbi”.