La Roma passa in Champions per il rotto della cuffia

La Roma torna agli ottavi di finale di Champions League dopo un’assenza di 5 anni. In una partita dell’ultima giornata del gruppo E, i giallorossi pur giocando male...

Scritto da Federico Spadaro, Aggiornamento giovedì 10/12/2015, in Calcio

La Roma torna agli ottavi di finale di Champions League dopo un’assenza di 5 anni. In una partita dell’ultima giornata del gruppo E, i giallorossi pur giocando male e subendo gli avversarsi in più di una occasione, hanno pareggiato 0-0 con il Bate Borisov all’Olimpico, assicurandosi il secondo posto alle spalle del Barcellona, grazie al contemporaneo pareggio tra Bayer Leverkusen e Barcellona. I tifosi hanno accompagnato il fischio finale dell’arbitro con numerosi fischi.

Il commento di Radja Nainggolan (Roma). “I tifosi aspettavano la vittoria quanto noi, abbiamo creato tanto e concluso poco, bisogna essere piu’ cattivi sotto porta, ci e’ andata bene perche’ bastava il pareggio ma queste partite bisogna vincerle. Ora abbiamo una partita difficile con il Napoli, ma dobbiamo essere consapevoli dei nostri difetti, guardare positivo, al momento i fischi non ci importano, sono contenti quanto noi perche’ ci siamo qualificati, ma si aspettavano la vittoria come noi. Non c’era paura, abbiamo creato e cercato di giocare, siamo fiduciosi e abbiamo dato tutto, di positivo c’e’ la qualificazione ottenuta e basta, dobbiamo dare di piu’ e vincere prima possibile”.

Wojciech Szczesny (portiere della Roma). “Mi sono divertito molto a rivedere le parate che ho fatto. Ci sono delle volte in cui le cose non vanno e non puoi dire niente, altre in cui sei decisivo e te la puoi godere. Se sono tornato quello di Barcellona? Non me ne sono mai andato, e’ chiaro che prendere 6 gol a Barcellona non e’ bello, ma oggi rimaniamo concentrati sull’obiettivo qualificazione che e’ arrivata anche se non abbiamo giocato un grande calcio. I fischi? Credo che la gente abbia il diritto di sentirsi frustrata, ma quando tornera’ a casa, a mente fredda, quando si ragionera’ su questa qualificazione, tutti saranno piu’ felici. Sono sicuro che con il nostro grande manager riusciremo a colmare le lacune che abbiamo. Rispetto all’inizio della stagione abbiamo perso qualcosa in attacco e controlliamo di piu’ il gioco, con Garcia troveremo la quadratura del cerchio”.

Alessandro Florenzi (centrocampista della Roma). “Pensiamo positivo e diciamo che abbiamo raggiunto l’obiettivo. I tifosi pagano l’abbonamento e il biglietto, hanno il diritto di dire cio’ che vogliono: tutti vorrebbero una Roma spumeggiante, che fa sei gol a tutti, ma al momento non e’ cosi’. I tifosi hanno il diritto di contestare, ma preferivo fossero in 70mila a fischiarmi… Stasera avremo fatto 25 tiri, con un po’ di cinismo in piu’ potevamo evitare le grandi parate di Szczesny e fare gol. Se segnavamo io ed Edin avremmo parlato di un 2-0 e di una Roma ritrovata. Volevamo fare tanto pressing e si e’ visto in alcuni momenti della partita, lavora su tutti gli aspetti e dobbiamo seguirlo, se ognuno va per la sua strada e’ la volta buona che andiamo fuori strada”.

Lunedì i sorteggi in diretta streaming a partire dalle 11:45 su Premium Sport.