Formula 1 2017: Hamilton Campione, Vettel gentiluomo deluso in Messico



Lewis Hamilton si è laureato campione del mondo di Formula 1 per la quarta volta nella sua carriera, proprio come Sebastian Vettel. In Messico ha vinto Verstappen ma la...


Scritto da Gianfranco Portabene, Aggiornamento lunedì 30/10/2017, in Motori


Formula 1 2017: Hamilton Campione, Vettel gentiluomo deluso in Messico

Lewis Hamilton si è laureato campione del mondo di Formula 1 per la quarta volta nella sua carriera, proprio come Sebastian Vettel. In Messico ha vinto Verstappen ma la Ferrari di Vettel non è riuscita a finire prima o seconda per poter continuare a sognare.

Vettel applaude il rivale Hamilton a fine corsa e poi commenta: “Le cose accadono sempre per un motivo. E’ stata un’annata difficile per alcune cose ma a volte va cosi’, la fortuna non ci ha assistito. Ma e’ stata una battaglia corretta, con le stesse regole per tutti e Lewis ha meritato di vincere”.

Sebastian Vettel non nasconde un filo di delusione per il fatto che la Ferrari avrebbe potuto vincere il Mondiale: “Ci sono delle cose positive ma ora non le riesco a vedere perche’ sono molto giu’. So che il team sta facendo tutto il possibile, sta sgobbando. Magari avrei potuto fare meglio ma resta il fatto che non abbiamo raggiunto l’obiettivo. Non sono dell’umore per sorridere e dire che e’ tutto bello anche se ci sono tanti punti positivi, specie se guardiamo a dove eravamo l’anno scorso”.

Sebastian Vettel chiude così:

“Oggi e’ il giorno di Lewis, ha vinto il Mondiale e bisogna fargli i complimenti. E’ stato il migliore, a noi resta la delusione di aver tagliato il traguardo sapendo che e’ finita, non sarebbe giusto parlare di altre cose”, riferendosi alla partenza aggressiva di Max Verstappen che lo bruciato.

E adesso il commento del campione del mondo di Formula 1 2017, Lewis Hamilton:

“Mi sembra surreale, non era la gara che volevo, mi sono ritrovato indietro di 40 secondi ma non ho mai mollato e questa e’ la cosa piu’ importante. Ho sempre pescato nel mio cuore per andare avanti fino alla fine […] Non e’ stata la gara che avrei voluto, non so davvero cosa sia successo in curva 3. Ho cercato di rimontare e devo ringraziare il mio team, la Mercedes, che e’ stato incredibile. Sono fiero di farne parte”.