Coppa Italia: Il Cagliari dei giovani vince a Carpi, agli ottavi è Inter-Cagliari

Sotto una fitta nebbia, al Mapei Stadium di Reggio Emilia decide un gol di Sau al 36' del primo tempo.

Scritto da Gianfranco Portabene, Aggiornamento venerdì 04/12/2015, in Calcio

Coppa Italia: Il Cagliari dei giovani vince a Carpi, agli ottavi è Inter-Cagliari

E’ il Cagliari l’ultima squadra a qualificarsi agli ottavi di finale di Coppa Italia superando stasera per 1-0 il Sassuolo. Sotto una fitta nebbia, al Mapei Stadium di Reggio Emilia decide un gol di Sau al 36′ del primo tempo. Nel prossimo turno, il 15 dicembre, la squadra di Rastelli affrontera’ l’Inter a San Siro.

Eusebio Di Francesco e’ una furia dopo l’eliminazione del suo Sassuolo con il Cagliari al Mapei Stadium:

“Il Cagliari ha meritato la qualificazione per la cattiveria che ci ha messo al contrario di noi. E questo non lo concepisco dai miei giocatori. Oggi ci serva da lezione per il campionato, si vedeva dalle prime battute che non avevano cattiveria agonistica. Se non ci si mette voglia di arrivare prima sul pallone vengono fuori queste prestazioni. A prescindere dalle seconde linee aspetto risposte importanti da tutti e oggi non le ho avute. Ci rituffiamo in un test importante con la Sampdoria in campionato per non pensare a questa partita, perche’ mi ha infastidito tantissimo. Si possono sbagliare i gol ma non gli atteggiamenti. Ci eravamo caduti spesso in passato, caderci ancora non ci sto. La societa’ mi ha chiesto prima di tutto di mantenere la categoria poi se arriviamo il prima possibile a 40 punti ci possiamo togliere soddisfazioni. Ma dietro abbiamo rose piu’ importanti di noi. La Roma? Ho la testa solo al Sassuolo e basta”.

“Ci siamo tolti la soddisfazione di andarci a giocare l’ottavo di finale a San Siro con l’Inter. Ci siamo comportati bene e abbiamo meritato la vittoria che dedichiamo a Dessena. Ora pensiamo al Como e cerchiamo di portare a casa la vittoria”. Sono le parole a caldo del portiere del Cagliari, Alessio Cragno, commentando la vittoria dei sardi sul Sassuolo al Mapei Stadium che consente alla squadra di Rastelli di volare agli ottavi e giocarsi i quarti con l’Inter a San Siro.

Il tecnico del Cagliari, Massimo Rastelli:

“Una vittoria meritata e anche un po’ inaspettata visto l’ampio turn-over. I ragazzi hanno fatto una partita straordinaria, normale che devi sperare che l’avversario sia sotto tono ma abbiamo fatto un primo tempo importante dove potevamo anche raddoppiare. Oggi ho avuto risposte importanti. Molti dei giovani visti oggi sono comunque titolari tutti fanno parte di questa rosa, il dubbio era un po’ sulla tenuta. Volevamo fortemente fare una partita importante e fare bella figura. Dedichiamo la vittoria al nostro capitano Dessena, che oggi siamo andati a trovare in ospedale a Parma e che ci ha visto dalla tv e sara’ stato felicissimo. Noi la Juve di Serie B? Noi siamo il Cagliari e ci sentiamo il Cagliari. Siamo in Serie B, facciamo questo campionato. Sono gli altri che vogliono darci aggettivi superiori a nostre potenzialita’. Ma come noi altre quattro squadre che hanno organici importanti. Finora abbiamo fatto un percorso importante ma ogni gara e’ dura perche’ tutti cercano di dare il massimo”.