Flushing, Queens: visita al quartiere degli US Open di Tennis

New York City, capitale mondiale dello sport, si prepara ad ospitare un altro attesissimo evento: gli US Open di tennis, che si disputeranno dal 29 agosto all’11 settembre...

Flushing, Queens: visita al quartiere degli US Open di Tennis

New York City, capitale mondiale dello sport, si prepara ad ospitare un altro attesissimo evento: gli US Open di tennis, che si disputeranno dal 29 agosto all’11 settembre presso l’USTA Billie Jean King National Tennis Center, a Flushing, nel distretto del Queens (foto).

Gli US Open richiamano ogni anno i più grandi campioni del tennis e tantissimi fan, che potranno assistere alle partite e allo stesso tempo godere dell’atmosfera vivace che si respira nel quartiere di Flushing nei giorni del torneo e visitare un’area ancora poco nota della città, scoprendone gli indirizzi più interessanti.

Il tour nel quartiere degli US Open non può che iniziare dalla sua location, che presenta una grande novità quest’anno: la U.S. Tennis Association ha infatti presentato questo mese il nuovo tetto retrattile dell’USTA Billie Jean King National Tennis Center, grande quanto 17 piscine olimpioniche: un investimento da $150 milioni che rende l’arena sportiva ancora più moderna e all’avanguardia.

Il centro sportivo si trova all’interno di Flushing Meadows Corona Park, un grande parco urbano sede di numerose istituzioni culturali. Punto di partenza per una visita è Unisphere, un enorme globo rappresentante la Terra realizzato in occasione dell’Esposizione Universale del 1964-65 e diventato il simbolo di tutto il distretto.

A poca distanza si trova il Queens Museum, il cui edificio è stato recentemente rinnovato: da non perdere, Panorama of the City of New York, modellino in scala della città realizzato da Robert Moses nel 1992. Oltre alla collezione permanente, il museo ospita diverse mostre tra cui Bearing Witness, con i disegni di William Gropper (fino al 6 novembre). Adiacente al museo, il Queens Theatre propone un ricco programma con uno speciale focus sulla multiculturalità con festival che celebrano le culture latina, africana e asiatica.

Le famiglie potranno scoprire gli animali del Queens Zoo, dove vivono alligatori, aquile, orsi delle Ande, puma e molte altre specie, oppure fare un divertente viaggio nella scienza alla New York Hall of Science, dove sono presenti oltre 450 mostre interattive, uno Science Playground e il Design Lab.

La forte presenza nel quartiere di Flushing della comunità cinese ha portato all’apertura di alcuni tra i migliori e più autentici ristoranti di cucina asiatica della città. Tra i consigliati ci sono Hunan House che propone piatti tradizionali della provincia dello Hunan, e Jade Asian, famoso per i suoi dim sum. All’interno del centro commerciale Queens Crossing Mall, si può fare una pausa golosa da Kung Fu Tea, dove gustare ottimi bubble-milk tea, oppure concedersi una cena di classe da Mulan, ristorante fusion di alto livello.

Sono disponibili diverse soluzioni per chi desidera soggiornare nel Queens, con recenti aperture situate a breve distanza da Flushing e con comodo accesso a Manhattan e al resto della città. Tra questi, The Boro Hotel è un boutique hotel di design a Long Island City, con 108 camere dal design minimalista e finestre che ricoprono l’intera parete (tariffe a partire da $199 per camera doppia a settembre). Nella stessa area, Paper Factory Hotel, realizzato nell’edificio che ospitava una fabbrica di carta del 1913, si compone di 123 camere in stile loft con design industrial-chic (tariffe a partire da $189 per camera doppia a settembre).

Per maggiori informazioni: www.nycgo.com